domenica 31 gennaio 2010

Catalogo delle Leggi Ultrazionali (2007-2010)

Ho raccolto tutte le "Leggi" create in quasi 3 anni di Ultrazionale, dalle più idiote alle più "profonde".


Principio dell’(E)nentropia
Definizione: L’(e)nentropia (K) tra N persone è proporzionale ai movimenti dell’ (E)neocelta (E).
Formalismo: Ki = K0 + mE * vE * log N
Corollario: l’(e)nentropia aumenta sempre.

Principio di esclusione di Cauli
Definizione: Dati due Cau (CA e CS) distinti e non omonimi, essi non possono occupare lo stesso posto nello stesso momento.
Formalismo: │C(x,y,z,t)A- C(x,y,z,t,)S │≠ 0
Corollario:
1) Un Cau sarà sempre l’ultimo a sapere dove sia un altro Cau.
Generalizzazione inversa:
Legge della non-omonimia posizionale: Due persone che occupano lo stesso posto nello stesso momento, non hanno lo stesso cognome.
Esempio: la donna che mi ha portato in grembo non ha il mio cognome.
Corollario. 
Legge di Mantova sulla parentela: per quanto sia sempre incestuoso, farlo con le cugine materne è meno grave che con le cugine paterne.

Definizione: Non importa quello che fai, dici o pensi: basta che mi fai toccare una tetta (PT).
Formalismo: PT = (-∞; +∞)
Nota bene: il portatore della tetta deve essere maschio.

Principio di Indeterminazione del Teatino
Definizione: Dato un Teatino non stazionario nel tempo t, il rapporto tra le sue variazioni di spazio e di velocità è sempre minore o uguale ad un valore proporzionale al suo indirizzo.
Formalismo: ∆(xL) x ∆(vL) ≤ ki
Corollario:
1) Un Teatino stazionario è totalmente indeterminato.
I) Legge dell'Intensità Non-crescente.
Definizione: Dato un momento i (i > 0), l'intensità dell'interesse Ii che una donna prova per un maschio sarà minore o uguale all'intensità iniziale I0.
Formalismo: Ii ≤ I0
Corollari:
1) Se non interessi subito, non interesserai dopo.
2) Prima ci provi, meglio è!
3) Il corteggiamento è ipocrisia (perché la donna ha già deciso all’inizio come considerarti).

II) Legge dell’Informazione Ridondante.
Definizione: Dato un sistema coerente di risposte fornite da una donna, esso è suddivisibile in tre categorie logiche (Sì, No, Forse), che nella realtà corrispondono a due categorie fenomenologiche (Sì, No) secondo la seguente relazione:
Sì = Sì; No = No; Forse = No.
Corollari:
1) Qualunque spiegazione ti dà una donna, la realtà è più semplice.
2) Una donna che dice che “tra il bianco ed il nero c’è il grigio” sta mentendo!

III) Legge del Plusvalore (o Legge Autointortante).
Definizione: Dato un sistema coerente di impressioni Vi prodotto da un maschio su una donna, esso sovrastima la realtà R (sia nel bene che nel male).
Formalismo: Vi > R
Corollari:
1) Fa sempre meno male di quanto sembri.
2) Prova ad immaginarla senza capelli o tra quaranta anni.
3) Sii scettico verso le tue certezze!

Legge Nominale della Prostituzione (o della frustrazione del respinto)
Definizione: Data una relazione (R) di una XX con un XY, si definisce “Puttana per quel X” (Pt) la XX che non la dà mai a quel XY.
Formalismo: se R(XX, XY) = 0, allora XX = Pt
Corollari:
1) Mia madre è una donna di facile costume.
2) Siamo tutti figli di p...

Dilemma dell’autoradio (dell’autoradio di Lemma*)
Definizione: Dati due fattori: 1): un autoradio usato (Au) in regalo da un amico (Lm); 2): un amico (E) anch’egli disposto a ricevere l’autoradio; e date due condizioni sconosciute dell’autoradio e mutuamente esclusive (Funzionante, F; Rotto, R), si deducono due sole possibili scelte (mi tengo Au = T; lo lascio ad E = L), le quali implicano quattro possibili esiti:
1) Mi tengo l’autoradio, Au funziona
2) Mi tengo l’autoradio, Au è rotto
3) Lascio l’autoradio ad E, Au funziona
4) Lascio l’autoradio ad E, Au è rotto.
Sulla base dell’esito della procedura di scelta, si deduce la seguente condizione:
1 = sei fortunato ed egoista, quindi su di te si applica la Legge di Thais; 2 = sei sfortunato ed egoista, quindi sei fesso; 3 = sei generoso; 4 = sei un Cau.
Formalismo:
TAu, AuF → PT = (-∞; +∞);
TAu, AuR → Pt = 0;
LAu, AuF → Pt > 0;
LAu, AuR → Cau.
*: tratto da una storia vera.

Definizione: L'Energia Cinetica alla Foce è uguale alla differenza tra l'Energia Potenziale alla Sorgente e l'Attrito Totale.
Generalizzazione:
Legge della Valore
Definizione: Il Valore di un Risultato è uguale alla differenza tra L'Impegno Potenziale Originario e gli Ostacoli Totali.

Definizione: Se XX sta con te "I1" è fondamentale che tu la capisca "C"; se sta con un altro "I2", non è fondamentale che lui la capisca.
Formalismo: XX+I1, C > 0; XX+I2, C< 0.
Corollario: 
Principio Oligarchico della Conoscenza. 
Definizione: Tu devi capire sempre, gli altri no.
CI1 > CI2

Definizione: Il partner ideale (Pi) non esiste.
Formalismo: nPi = 0.

Definizione: deve essere più intelligente che brutta. 
Formalismo: I > -B.

Definizione: Il passaggio "C" da un'interpretazione razionale "A" ad una condizione viscerale "a" è condizione necessaria per un'interpretazione razionale; "b(n)" è un evento; "n" posizione nella serie di eventi.
Formalismo: A+b(n) = C; C-b(n) = a(n-1).

3 commenti:

  1. Manca la dimostrazione del principio di misoginia!

    RispondiElimina
  2. Quella legge non è mia, l'ho solo citata perché meritava, ma non è prodotto del Club Pluebico.

    RispondiElimina
  3. Manca la mia legge sulla birraaaaaa

    RispondiElimina

-I COMMENTI ANONIMI SARANNO ELIMINATI